Beeplog.it - Blogs Gratis Crea il tuo Blog    Prossimo Blog   

Box HTML

Benvenuti "Io dico la mia"
Siete nel Blog amatoriale di Luciano Esposito. Per motivi tecnici il blogger si è trasferito su www.otrantino.blogspot.com. La mail è: luchiano1964@hotmail.it

Categorie

La domanda
>

Quotidiani testate giornalistiche

Avviso ai naviganti
Questo è un Blog amatoriale “Io dico la mia” su attualità locale, nazionale, curiosità, decisioni, sentenze ed altro. Alcune immagini utilizzate provengono dalla rete internet ma al solo scopo di meglio presentare i post ivi contenuti. Pertanto, per qualsiasi esigenza o eventuale copyright non noto si può contattare privatamente il gestore del blog mediante la mail luchiano1964@hotmail.it per la eventuale eliminazione.

Box HTML

Giovanni Falcone diceva .......
"Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande". Parole che io condivido ancora oggi.

Chiediamo il rispetto del programma elettorale
http://otrantino.blogspot.com

Login/Amministrazione
 · Entra!

Box HTML

RSS Feed


Sei nella categoria: Attualità nazionale

Mercoledì, 07. Ottobre 2009
La nostra Costituzione?
di lucianoesposito, 18:07

Ti piace il bannerino?

Clicca qui

per copiare e incollare il codice

nel tuo Blog o Sito

[Commento (i) (1) | Crea un commento | Permalink]


Martedì, 14. Aprile 2009
Il gioco della politica. Giugno è vicino.
di lucianoesposito, 17:31

Vorrei mostrarvi una foto "ritoccata" per spiegare come ragiona la mente dei nostri politici. Se consideriamo l'uomo senza cappello nello sfondo e quello col cappello in primo piano non notiamo alcunchè di strano. Ognuno di questi sarebbe nella posizione giusta. Quella che consentirebbe di far vedere a chiunque la realtà. Ma se proviamo a spostare la figura dell'uomo sullo sfondo accanto all'altra percepiamo che c'è qualcosa che non va! E sappiamo tutti che cose che non vanno ce ne sono tante. In sostanza la foto "ritoccata" per dire che è quello che i nostri politici riescono ad ottenere dai cittadini soprattutto poco prima delle elezioni. Farli sentire vicini ai cittadini, molto vicini, ma badando a farli sentire piccoli, anzi, molto piccoli.... chiedendo loro solo... un semplice voto. Eppure quel cittadino poco intelligente è lo stesso ... è stato semplicemente spostato... con un'abile mossa o con le "promesse" da un politico! Ebbene questa è l'immagine elaborata da ogni politico di oggi! Questo è quello che un politico di oggi chiede ai cittadini. Poterli spostare di quà e di là come dei burattini per poi riportarli dopo il voto nella giusta posizione.... Io preferisco, d'ora in avanti..., restare nella mia posizione.

Preferisco non dare più a nessuno il mio voto.

Diffidate delle illusioni come in questo esempio: in questo quadro quello che sembra una spirale sono invece solo tanti cerchi.

 

[Commento (i) (1) | Crea un commento | Permalink]


Mercoledì, 11. Febbraio 2009
Quando un uomo non agisce lo fà un "cane"
di lucianoesposito, 15:48

È da un po’ di tempo che mi giungono notizie di “maltrattamenti” ad animali e vedo immagini sulla stampa e in Tv di canili-lager. Ultimamente il maltrattamento sembra riguardare persino i cavalli.È pur vero che ci sono persone umane che vengono trattate soprattutto nelle grandi metropoli allo stesso modo degli animali. Ma forse gli animali rispetto alle persone umane se liberi vivrebbero più dignitosamente che chiusi in un metro per un metro di gabbia.Io propongo di mettere i parlamentari nelle gabbie e liberare i cani.Voi che ne pensate?

Quello che un uomo non fà lo fa un "cane".


[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Lunedì, 02. Febbraio 2009
Il mio premio al tiratore scelto.
di lucianoesposito, 20:10

  Nazione Unici: 1.121 Pagine viste: 1.533
ITALY  ITALY 327 29,20% 487 31,79%
SPAIN  SPAIN 178 15,89% 248 16,19%
UNITED STATES  UNITED STATES 154 13,75% 186 12,14%
(unknown)  Sconosciuto 133 11,88% 176 11,49%
POLAND  POLAND 72 6,43% 97 6,33%
FRANCE  FRANCE 63 5,63% 88 5,74%
GERMANY  GERMANY 49 4,38% 65 4,24%
NETHERLANDS  NETHERLANDS 42 3,75% 63 4,11%
UNITED KINGDOM  UNITED KINGDOM 24 2,14% 27 1,76%
TURKEY  TURKEY 19 1,70% 23 1,50%
BELGIUM  BELGIUM 14 1,25% 22 1,44%
HUNGARY  HUNGARY 7 0,63% 10 0,65%
PORTUGAL  PORTUGAL 7 0,63% 7 0,46%
EL SALVADOR  EL SALVADOR 7 0,63% 7 0,46%
SWITZERLAND  SWITZERLAND 5 0,45% 6 0,39%
SWEDEN  SWEDEN 5 0,45% 5 0,33%
GREECE  GREECE 3 0,27% 3 0,20%
SERBIA AND MONTENEGRO  SERBIA AND MONTENEGRO 2 0,18% 3 0,20%
SIERRA LEONE  SIERRA LEONE 2 0,18% 2 0,13%
SLOVAKIA  SLOVAKIA 1 0,09% 1 0,07%
 
  Nazione Unici: 1.121 Pagine viste: 1.533
LITHUANIA  LITHUANIA 1 0,09% 1 0,07%
VENEZUELA  VENEZUELA 1 0,09% 1 0,07%
DENMARK  DENMARK 1 0,09% 1 0,07%
BOSNIA AND HERZEGOVINA  BOSNIA AND HERZEGOVINA 1 0,09% 1 0,07%
CROATIA  CROATIA 1 0,09% 1 0,07%
RUSSIAN FEDERATION  RUSSIAN FEDERATION 1 0,09% 1 0,07%

Grazie!

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Lunedì, 19. Gennaio 2009
Rispondiamo tutti al grido della follia!
di lucianoesposito, 13:35

Rispondiamo tutti

al grido della follia

con la canzone MADRE TERRA di Tazenda e Francesco Renga.

Buongiorno a te
Alma Mater
Ischidat’istella mia de sos chelos
Anima mundi Primo respiro
Madre Terra mama istella
Vittima antica
di ogni guerra
Bella Mama addolorada
Rispondi al grido
della follia
Dae custa notte
Madre Terra
Sognerò solo pace, alba e sole
Anima mundi
Segno di Dio
Madre Terra pura stella
Inonda oblio
per ogni vita
Bella Mama addolorada
Rispondi al grido
della follia
E nos perdones
De totu sos errores
E non perdones
Madre Terra ora brilla
Alza il tuo grido, la tua preghiera
Bella Mama addolorada
Madre infinita
Buongiorno a te
Madre Terra.

Traduzione di Madre Terra

Buongiorno a te
Alma Mater
Svegliati stella mia, dei cieli
Anima mundi
Primo respiro
Madre Terra madre stella
Vittima antica di ogni guerra
Bella Madre addolorata
Rispondi al grido della follia
Da questa notte
Madre Terra
Sognerò solo pace, alba e sole
Anima mundi
Segno di Dio
Madre Terra pura stella
Inonda oblio per ogni vita
Bella Madre addolorata
Rispondi al grido della follia
E perdonaci
Tutti gli errori
E perdonaci
Madre Terra ora brilla
Alza il tuo grido, la tua preghiera
Bella Madre addolorata
Madre infinita
Buongiorno a te
Madre Terra

[Commento (i) (1) | Crea un commento | Permalink]


Sabato, 10. Gennaio 2009
Aderisci all'iniziativa dei blogger per la pace nel mondo.
di lucianoesposito, 16:41

Sono passati solo pochi giorni da quando gli amici mi hanno convinto a predisporre e diffondere un bannerino con la bandierina della pace. Pochi giorni, è noto, con immenso piacere, che condivido con tutti voi, che il messaggio che prevede per il 12 aprile p.v. un solo post riguardante un messaggio di pace nel mondo si sta diffondendo a macchia d'olio anche all'estero soprattutto tra tutti i blogger di blogspot.com. Questa è davvero una bella vittoria per tutti noi. Abbiamo ancora tanto tempo a disposizione per cui invito tutti a continuare a diffondere il bannerino. Il 12 aprile p.v. un solo messaggio sui blog! Mi auguro che arrivi presto il messaggio di pace proveniente dagli alunni di una amica blogger in modo da pubblicarlo unitamente al codice. Perchè è quella l'idea migliore! Il 12 aprile p.v. un messaggio dei più piccoli ai più grandi e potenti del mondo!
Copia e diffondi il codice:

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Martedì, 06. Gennaio 2009
Anno nuovo e Canone Rai nuovo (compresi gli spot).
di lucianoesposito, 23:54


Mentre in Francia Sarkozy ha deciso per una Tv di Stato senza spot pubblicitari, venendo subito premiato con 3 milioni di spettatori in più, nella prima serata, cosa fa invece il nostro Governo?
È ovvio non solo non toglie gli spot pubblicitari ma aumenta addirittura anche il canone Rai decidendo un aumento di 1,5 euro che non sono bruscolini.
Un euro e cinquanta centesimi che moltiplicati per i milioni di abbonati equivalgono a tanti “pacchi” per tutto il 2009! E si perché la Rai ormai è proprio un “pacco”!
In questo modo si tengono contenti sopratutto i dirigenti della Rai che si assicurano come i precedenti compensi da nababbi.
Prendiamo atto quindi del segnale positivo dato da Sarkozy ai Francesi che alle 20 di lunedì non sono più disturbati dallo stop pubblicitario.
Immaginate voi un stop improvviso mentre state guardando Benigni? A me fa rabbia!
Si dice sempre che bisogna progredire per migliorare ma nel caso di specie i Francesi hanno migliorato la propria posizione tornando indietro di 40 anni.
Ovviamente per chi è innamorato della Tv di Stato c’è il rischio di cambiare le proprie abitudini perché l’eliminazione degli spot pubblicitari modificherà necessariamente gli orari dei programmi.
Ma in Italia come verrebbe accolta una decisione del genere?
In ogni modo io sono per una Tv di Stato senza spot pubblicitari in quanto nel nostro caso la RAI percepisce appunto un canone dagli utenti abbonati (ma non da quelli che vedono la Tv a sbafo).
E sono del parere inoltre che neppure ha il diritto di sperperare il denaro pubblico appunto con “pacchi” e “quiz” truffe oppure spendendo e spandendo compensi qua e là.
La RAI ovvero la TV di Stato si deve mantenere con i proventi provenienti dagli abbonati oppure con quelli della pubblicità.
Per cui condivido solo in parte il ricorso presentato dal Codacons contro l’aumento di 1,5 euro.
Semmai bisognerà fare una battaglia: o TV senza spot pubblicitari oppure TV con spot ma senza canone.
Perché non è possibile che la RAI e tutti i suoi dirigenti si "divorino" ogni anno tutti i compensi provenienti sia dagli abbonati che dalla pubblicità. Ma questa RAI non va mai in attivo?
E voi cosa ne pensate?

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Mercoledì, 31. Dicembre 2008
Cari amici vi presento la mia 1ª iniziativa.
di lucianoesposito, 09:34



Negli ultimi giorni dopo aver ricevuto, nel nuovo blog, la visita di nuovi amici blogger, avevo anticipato in un post il desiderio di dare un messaggio a tutti i blogger del mondo. Si. Un messaggio di Pace da scrivere nei proprio blog ognuno nella propria lingua in un giorno preciso dell’anno nuovo. Il giorno da me individuato è il 12 aprile che coinciderà con la festività della Santa Pasqua. Vorrei nel frattempo contrariamente a quanti vorrebbero chiudere la bocca che si realizzassero molti più blog di quanti sono attualmente. Il massimo sarebbe uno per ogni famiglia affinché tutti mamme, papà e figli possano dire la propria e farla conoscere al mondo intero. Forse ci vorrà del tempo per questo ultimo desiderio. Ma a noi blogger provarci e diffondere questa cultura non costa nulla. Sarebbe troppo bello. D’altronde cosa sono i blogger se non una grande famiglia? In pochi secondi ci si conosce tutti. Tutti parlano la stessa lingua. Tutti parlano d’amore e tutti hanno gli stessi desideri: la Pace nel mondo. Non saprei quantificare quanti sono i blogger nel mondo ma sono certo che siamo milioni e milioni. Sarà sufficiente realizzare una catena e unirli tutti insieme. In questo modo possiamo davvero dire la nostra su ogni materia soprattutto quelle che riguardano i Un messaggio unico su tutti i blog del mondo sarebbe un successo enorme e sarebbe merito di tutti noi. Potrebbe essere solo l’inizio. Altre iniziative potrebbero nascere da questa enorme catena. È un sogno certo ma è alla nostra portata. Basta volerlo. E noi sono sicuro lo desideriamo tutti. Lo percepisco nei vostri commenti. Nei commenti soprattutto di Antonia, Cinzia, Dino, Caterina, Rosy e tutti gli altri. Cari amici questa iniziativa nasce grazie al vostro contributo. A partire dalla nuova alba del nuovo anno qualcosa può migliorare. Certamente la collaborazione tra tutti noi blogger del mondo. Facciamo in modo che il 12 aprile del nuovo anno, il giorno della Santa Pasqua, tutti parlino la stessa lingua molto semplice che è: Pace! Buon lavoro a tutti. P.s.: spero che questa iniziativa sia gradita e diffusa da tutti. In attesa di altre e più proficue iniziative che potrebbero essere gestite direttamente da noi blogger del mondo. Vi chiedo solo di copiare ed incollare nei vostri blog il codice del bannerino della Pace affinché ognuno di noi il 12 aprile scriva sul proprio blog qualsiasi cosa che riguardi la Pace. È una cosa che si può fare e non ci costa nulla.

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Martedì, 23. Dicembre 2008
Ancora una sentenza favorevole, l'ultima, per la famiglia Englaro.
di lucianoesposito, 15:44

Merita di essere riportato qui, l'ultimo post scritto sul nuovo blog www.otrantino.blogspot.com dedicato a Eluana Englaro.

Infatti proprio su questo blog avevo sostenuto il 18.11.08 nella parte dei commenti, (http://otranto.beeplog.it/140339_447110.htm), queste parole: “una storia infinita quella di Eluana Englaro. Ora anche varie associazioni tentano di far perdere la pazienza ai familiari di Eluana. Associazioni che vogliono solo visibilità. Sembra che abbiano presentato un ricorso alla Corte Europea e persino con la procedura d'urgenza. Cosa otterranno dalla Corte Europea? Nulla se non il rigetto del ricorso. Le associazioni non sono mai state parti in causa e secondo la mia umile opinione non possono entrare nel merito di un giudizio che riguarda il privato”.
Ebbene la mia previsione è stata azzeccata in pieno anche nella motivazione.
Infatti, il ricorso delle associazioni, contro la sentenza della Corte d'appello di Milano e della Corte di Cassazione, sul caso di Eluana Englaro, è stato dichiarato “irricevibile” in quanto quelle associazioni non hanno alcuna relazione diretta con Eluana Englaro.
Pertanto, prima di continuare a discutere su questa triste vicenda e speriamo sia davvero l’ultima inviterei chi critica queste decisioni soprattutto dei genitori di Eluana Englaro a prendere visione del video sul precedente post “Siamo tutti assassini”.

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Domenica, 07. Dicembre 2008
Avviso agli internauti.
di lucianoesposito, 14:30

Volevo ricordare

agli internauti

che questo Blog si è trasferito su

www.otrantino.blogspot.com 

Dal box posto sul lato sinistro

potete seguire comunque

le News dal nuovo Blog

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Lunedì, 01. Dicembre 2008
Le statistiche di vivistats
di lucianoesposito, 14:19

Pubblico come di consueto le statistiche di novembre ultimo mese di attività di questo blog.

 

  Nazione Unici: 687 Pagine viste: 1.415
ITALY  ITALY 621 90,26% 1.325 93,57%
(unknown)  Sconosciuto 32 4,65% 44 3,11%
CHINA  CHINA 5 0,73% 13 0,92%
UNITED STATES  UNITED STATES 5 0,73% 5 0,35%
SWITZERLAND  SWITZERLAND 4 0,58% 5 0,35%
GERMANY  GERMANY 4 0,58% 4 0,28%
FRANCE  FRANCE 3 0,44% 6 0,42%
UNITED KINGDOM  UNITED KINGDOM 3 0,44% 3 0,21%
ROMANIA  ROMANIA 2 0,29% 2 0,14%
  Sconosciuto 1 0,15% 1 0,07%
POLAND  POLAND 1 0,15% 1 0,07%
IRELAND  IRELAND 1 0,15% 1 0,07%
CANADA  CANADA 1 0,15% 1 0,07%
INDIA  INDIA 1 0,15% 1 0,07%
NETHERLANDS  NETHERLANDS 1 0,15% 1 0,07%
CROATIA  CROATIA 1 0,15% 1 0,07%
SLOVENIA  SLOVENIA 1 0,15% 1 0,07%
THAILAND  THAILAND 1 0,15% 1 0,07%

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Mercoledì, 19. Novembre 2008
Tra le tante storie tristi italiane c'è anche quella dei pendolari d'oro.
di lucianoesposito, 19:35

Non mi riferisco certamente a quei poveracci che vanno a prendere il treno alle cinque di mattina per fare 400/500 km di ferrovia per arrivare sul posto di lavoro almeno per le otto e trenta.

Non mi riferisco a quei poveracci che dopo tanti sacrifici a fine mese portano solo 1.200,00 euro a casa.

Mi riferisco, invece, al rimborso spese di quelle persone che si candidano e vengono elette per rappresentare il popolo alle regioni o alle province e percorrono - quando li percorrono a proprie spese - appena 200 km.

Leggo con non senza stupore ormai la notizia sull'Espresso.

Mi stupisce come invece questi parlamentari continuino a chiedere ancora sacrifici ai cittadini.

L'emigrazione è una piaga storica dell'Italia meridionale che non si riesce a debellare. Ma il pendolarismo dei politici diamine è un'altra cosa. Ci costano molto loro come presenza o esistenza ma anche i loro viaggi.

Ma perchè non ne facciamo a meno una volta per tutte di questa gentaglia?

Oggi in Campania, ma l'argomento tocca tutte le restanti regioni italiani, 41 consiglieri su 60 sembra risiedono fuori Napoli.

E dove sta il problema direte voi? Il problema sta nel fatto che oltre a pagare profumatamente questi 41 consiglieri per non fare il niente ci dobbiamo assorbire anche i costi delle loro trasferte!

Ma non sarebbe ora di cambiare quella parte della Costituzione che riguarda questi soggetti?

A me fa rabbia anche il fatto che con tanti giovani diplomati e laureati disoccupati debbano andare alla Provincia o alla Regione personaggi che un lavoro già c'è l'hanno!

In Campania è scoppiato solo ora lo scandalo dei "pendolari d'oro". Ma perchè fin'ora cosa hanno fatto?

Si è calcolato che solo la Campania per i suoi 41 fuorisede ha dovuto rimborsare spese extra fino a 370 mila euro per ogni anno.

Quanti lavoratori anche precari si potrebbero accontentare con 370 mila euro annui? Fatelo voi un conto. Secondo me almeno 30 lavoratori avrebbero uno stipendio di mille euro per un anno.

I dati di ottobre 2008 poi sembrano essere impressionanti. E logicamente non potevano essere diversamente visto il caro vita.

Il più lontano dei consiglieri Campani sarebbe Francesco Brusco, del Mpa di Lombardo, e percepirebbe un rimborso di 2978,00 euro mensili ovvero la paga di quasi tre operai.

Ora la procura di Napoli sembra abbia aperto un'indagine per l'ipotesi di truffa. Ma come andrà a finire? Lo diciamo? Meglio di no.

In tutto questo c'è però una nota positiva (?). Infatti sembra che il governatore Antonio Bassolino e il presidente del consiglio Sandra Lonardo Mastella (la ricordate?) hanno chiesto ai consiglieri (e solo a loro?) di evitare spese inutili in un momento di recessione.

Mi sembra giusto. Ma loro?

Bhè loro non hanno diritto a rimborsi poichè usano le 30 (trenta) auto blu con autista in dotazione alla Regione.

Mi vergogno ormai di essere italiano.

Io dico la mia.

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Lunedì, 17. Novembre 2008
Presentato a Galatone (Le) il libro di Mauro Bortone.
di lucianoesposito, 15:46

Il giornalista Mauro Bortone

“Tra parola e conflitto. La comunicazione in don Lorenzo Milani” questo l'accattivante titolo del libro scritto dall'amico Mauro Bortone, giovane giornalista salentino.

L'opera, presentata nella sala conferenze dell'edificio scolastico "G. Susanna" di Galatone affronta in modo del tutto particolare la complessa e straordinaria figura di don Lorenzo Milani, prete con origini semitiche, che dedicò la propria vita alla realizzazione di una scuola popolare per le classi sociali più povere.

Il libro viene diffuso per le Edizioni Universitarie Romane, nella collana “Gli Argonauti” diretta da Francesco Danieli.

Un in bocca al lupo personale da parte mia a Mauro per il suo primo libro.

 

 

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Venerdì, 14. Novembre 2008
Siamo tutti assassini.
di lucianoesposito, 16:24


Tutto questo accade tutti i giorni !!!

Torno sulla vicenda di Eluana Englaro sulla sentenza della Corte di cassazione - sezioni unite - ed in particolar modo sulle parole della Santa Sede: "Togliere il sondino sarebbe assassinio". La morte per fame e per sete è “una mostruosità disumana e un assassinio”.

Parole che mi hanno fatto e mi fanno ancora molto arrabbiare.

Nel caso di specie la giovane donna è stata per molti anni "forzatamente" alimentata e idratata. Alla stessa sono stati costantemente somministrati anche dei farmaci per lunghi anni e già questa attività la ritengo una violenza.

Per quanto concerne la commissione di un “assassinio” bhè vorrei dire alla Santa sede che noi cittadini del mondo - Santa sede compresa - siamo già tutti assassini.

Cosa pensano, infatti, la Santa sede e quei parlamentari che oggi discutono la sentenza della cassazione su quei milioni di bambini che vorrebbero solo giocare e che invece ogni giorno continuano “per volontà dei potenti” e quindi “forzatamente” a morire di fame e di sete?

Allora chi sono davvero gli assassini?

Per quanti riguarda la regolamentazione di questi casi condivido invece l'idea di una legge ad hoc.

Esprimo qui la più profonda partecipazione per questa dolorosa vicenda.

Prima di discutere la sentenza della Corte di cassazione inviterei tutti a visionare i video su http://otrantino.blogspot.com/2008/11/siamo-tutti-assassini.html

 

[Commento (i) (10) | Crea un commento | Permalink]


Giovedì, 13. Novembre 2008
Finalmente la sentenza su Eluana Englaro.
di lucianoesposito, 19:07

Addio Eluana.

La Corte di Cassazione ha ritenuto il ricorso della procura milanese inammissibile ed ha confermato, quindi, la sentenza della Corte di appello di Milano.

L'alimentazione e l'idratazione per la giovane Eluana Englaro in coma irreversibile da ben 17 anni può essere definitivamente interrotta. A nulla sono serviti gli sforzi del Vaticano.

In realtà questa decisione ritenuta non necessaria trova d'accordo anche me poichè l'interruzione o il rifiuto delle cure (http://otranto.beeplog.it/140339_418700.htm) è già prevista dalla nostra Costituzione la quale checché se ne dica già ammette il rifiuto delle cure o l’interruzione di un trattamento soprattutto per chi è in stato vegetativo permanente da moltissimi anni.

L'ultima parte dell'art. 32 cita, infatti: “Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”.

Si tratta di una disposizione e un principio molto chiaro che doveva essere solo applicato senza l'intervento della magistratura per questo ritengo l'intervento una sconfitta.

Ognuno di noi ha diritto di vivere è vero ma non a queste condizioni.

E se poi si aggiungono le condizioni in cui vivono da anni i familiari si può ben comprendere ed accettare che l'interruzione dell'alimentazione e dell'idratazione è l'unica via di uscita per tutti.

E sono convinto che anche la ormai 37enne Eluana vorrebbe questo.

Il nostro Dio ci perdonerà.

Io dico la mia.

File allegati:
cortesupremadicassazione.mht cortesupremadicassazione.mht (40 kb)

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


La tassa sulle caldaie e quella sui camini o le stufe a quando?
di lucianoesposito, 14:28

caldaia.jpg

Per anni il mio condominio ha utilizzato il “gasolio” per riscaldare gli appartamenti e pur inquinando non ha pagato una lira di tassa se non quella per la normale manutenzione ovviamente nell’interesse del condominio.

Ora che gli impianti sono quasi tutti autonomi ed a “metano” che non inquina ci obbligano a pagare una tassa oltre a quella che già paghiamo per controlli e l’efficienza della stessa.

Ma come? Anziché ricompensarci ci castigano?

Non è forse interesse del proprietario tenere in ottime condizioni la propria caldaia?

Non sarebbe sufficiente forse una sola autocertificazione on line da parte del manutentore di aver effettuato la manutenzione?

Ma perché si chiede di pagare anche una tassa se poi il “metano” non inquina?

Facendo una ricerca in materia ho scoperto che in Italia c’è una gran confusione.

Io mi domando se il legislatore non avesse fatto meglio anziché vessare i cittadini prevedere una “tassa” per tutti quei comuni che non controllano e proteggono l’ambiente. Basterebbe guardarsi attorno per scoprire che siamo invasi ovunque da discariche a cielo aperto. Perché non si parla di questo?

Qual è la vera motivazione di questa tassa? L'inquinamento? La riduzione dei fumi?

Balle! Il metano non inquina! O forse è cambiato qualcosa in merito?

La legge poi secondo me è sbagliata o non viene applicata correttamente.

Quindi ritengo giusto mettere in atto una minima ribellione che già diffondo con questo blog. Una sospensione di qualsiasi ed eventuale sanzione secondo la mia umile esperienza è possibile.

Infatti, dovrebbero tassare semmai chi usa il camino o la stufa a legna o altro materiale simile, solido e liquido, ma non una caldaia a metano.

E poi sbaglio o questo significa disparità di trattamento?

Questa ultima valutazione dovrebbe consigliare appunto chi di dovere a sospendere questa iniqua ed ingiusta tassa almeno fino a quando non si chiariscono questi aspetti che io ritengo rilevanti tanto che è possibile impugnare le norme da parte di chiunque sia interessato dal balzello o da eventuale sanzione.

O forse visto che questa tassa durerà per tutta la vita è meglio tornare ai vecchi camini o alle vecchie stufe?

Cioè secondo l’attuale normativa se inquini non paghi. Mentre se rispetti le regole e soprattutto l’ambiente con utilizzo dell’energia pulita devi pagare. Ma in Italia siamo tutti rincretiniti?

Forse è il caso che ogni cittadino alla fine dell’anno faccia davvero un riepilogo di quanto ha pagato per le sole tasse e di quanto gli è rimasto (se avanzato) dal proprio reddito per vivere.

Forse è il caso che tutti i cittadini lo facciano questo calcolo e inoltrino il resoconto - autocertificazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ovvero al Governo Italiano badando di segnalare il numero dei componenti della famiglia.

I problemi veri in Italia sono questi. Facciamo in modo che il Governo si renda conto che non si può continuare ad andare avanti in questo modo.

Quindi, io inviterei tutti ad inviare si una autocertificazione ma all’indirizzo mail dei Signori Ministri del Governo Italiano.

Io dico la mia.

[Commento (i) (2) | Crea un commento | Permalink]


Mercoledì, 12. Novembre 2008
Le confessioni di Antonio Cassano.
di lucianoesposito, 21:36

Praticamente sempre in mutande

Cassano avrebbe confessato di avere avuto nella sua vita 600 - 700 donne. Ma quando mai? Non sarà solo fantasia? 

Forse con le sue confessioni (?) o fantasie (?) vuole sfruttare il momento e farsi pubblicità magari vendendo qualche libro.

Da condividere invece la sua ammissione: se non avesse fatto il calciatore il suo futuro non avendo mai avuto voglia di lavorare sarebbe stato quello di delinquente.

Grazie al calcio ora può avere una vita più agiata.

Antonio Cassano riferisce di aver passato 17 anni da disgraziato e 9 da miliardario. Chissà in quanti lo invidiano.  Questo vuol dire che il detto mai dire mai è sempre valido.

Ma l'argomento scottante è quello sulle sue donne: "ne ho avuto tra 600 e 700".

Antonio ... potevi essere un pò più umile però ... Io ho un pò di tempo da perdere e secondo un semplice calcolo eliminando almeno i primi 14 anni di vita dei 26 attuali rimarrebbero appena 12 anni per certe cose. Ed in 12 anni caro Antonio avresti avuto 700 donne?

Caro Antonio vabbè che sei un calciatore ma potresti raccontare meno palle però.

Tanto un libro lo vendi lo stesso.

In dodici anni avresti avuto circa 59 donne l'anno. Ossia 5 donne al mese. Ma che tipo di donne erano queste?

Hai esordito in serie A l'11.12.99 proprio contro il Lecce (Lecce Bari 1-0) dai dodici anni iniziali si deve tenere conto che almeno da nove anni sei condizionato per svariati motivi anche su tali aspetti della vita.

Quindi il tempo a tua disposizione per stare con una donna si è ulteriormente ridotto.

A meno che ........ Ovviamente scherzo.... a proposito ora a che punto è la media giornaliera?

Io dico la mia. 

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


I ragazzini già smaliziati.
di lucianoesposito, 15:41

Una buona occasione per i ragazzini quella rappresentata nella foto per sbirciare all’interno delle parti intime di una ragazza resa indifesa su un manifesto.
 
La foto veramente buffa dimostra come in certi settori della vita niente è cambiato.
 
Lo dimostra l’incredibile curiosità del ragazzino ripreso da un fortunato fotografo.
 
Forse cambiano i tempi ma non la voglia dei ragazzini di divertirsi anche con piccoli e innocenti gesti.

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Giovedì, 06. Novembre 2008
Massacrare i manifestanti senza pietà.
di lucianoesposito, 15:01

Foto del Senatore Francesco COSSIGA

Una foto sbiadita

Francesco Cossiga?

Non mi è mai piaciuto!

In nessuna delle sue funzioni ricoperte!

Tanto meno le sue affermazioni: Massacrare i manifestanti senza pietà.

Ma questo è il nostro ex Presidente della Repubblica?

Ma perchè continuiamo a tenere e a mandare in Parlamento questi personaggi?

Per visualizzare i video

delle sue dichiarazioni e quello della denuncia nei suoi confronti

clicca sul seguente l'ink

http://otrantino.blogspot.com/2008/11/questo-francesco-cossiga.html

[Commento (i) (1) | Crea un commento | Permalink]


Stimavo e stimo Gianfranco Fini per la sua correttezza.
di lucianoesposito, 13:33

Non stimavo e continuo a non stimare, invece, Silvio Berlusconi per la sua prepotenza e il continuo calpestare delle regole fondamentali del rapporto con il Parlamento.

Ora si è stancato anche Gianfranco Fini dei continui abusi di questo Governo.

Finalmente ha dato prova della sua correttezza intimando l'alt al Governo.

Secondo il Presidente della Camera, infatti, l'attività di questo Governo sarebbe: "Deprecabile se mette la fiducia" sulla Finanziaria.

Gianfranco Fini ha ben evidenziato al Governo la "Situazione già anomala, emendamenti non esaminati in Commissione".

Purtroppo questo Governo o meglio il Presidente del Consiglio dei Ministri pare stia trattando il parlamento come una delle sue tante aziende.

Qui: "comando io". E nessuno deve discutere gli ordini del Capo. Infatti, il "testo" in questione non è stato nemmeno discusso in commissione Bilancio.

Come siamo caduti in basso. D'altronde chi li ha portati in parlamento questi parlamentari che fanno finta o non capiscono un tubo?

Bisogna dare atto, quindi, a Gianfranco Fini di aver accusato la commissione Bilancio che ha approvato senza alcun emendamento il testo presentato dal Governo.

Un anomalia rispetto alla prassi perché si toglie al Parlamento, in questo caso alla Camera, il diritto-dovere di discutere.

Io penso che se dobbiamo essere comandati tutti da un solo uomo non ci resta altro che cambiare immediatamente la Costituzione. Forse si risparmierebbero un sacco di quattrini.

Io dico la mia.

[Commento (i) (1) | Crea un commento | Permalink]


Mercoledì, 05. Novembre 2008
Vittoria storica. In bocca al lupo Obama.
di lucianoesposito, 13:21

Pins%20and%20Buttons
Elezioni USA 2008
La vittoria di Barack Obama, candidato Democratico, è storica non solo per le proporzioni della vittoria ma perchè alla Casa Bianca ora ci sarà un giovane afroamericano.
Alla faccia di tutti i razzisti. Non sarà facile ma io ho fiducia nel 44esimo Presidente degli U.S.A.. Sarebbe sufficiente osservare la sua faccia per convincersi di ciò.

Io sono sempre stato convinto che contro McCain avrebbe vinto.
Ha funzionato evidentemente anche il suo messaggio agli elettori: "We are not afroamerican, we are not white american, we are not latinoamerican. We are all American".
Ovvero: non siamo né repubblicani né democratici, siamo solo elettori. Cioè tutti destinatari del medesimo messaggio.
Questo significa che quando si vuole un cambiamento è possibile.
In bocca al lupo Presidente Obama.

[Commento (i) (1) | Crea un commento | Permalink]


Martedì, 04. Novembre 2008
Il Senatore Giulio Andreotti non cambia mai.
di lucianoesposito, 17:01

Quando ero a Roma vedevo spesso sui corsi e sui viali romani il Senatore sempre attento a leggere il suo giornale quotidiano nelle auto blu. A volte l'ho incontrato anche uscendo dalla sua abitazione impeccabile come sempre.

Al Senatore piace evidentemente stare ancora al centro delle attenzioni.

Sottovaluta però il fatto che è arrivato il "tempo" di restare a casa e la dimostrazione viene da quanto è accaduto - con imbarazzo per chiunque come me ha visto quella scena - nella trasmissione in diretta condotta da Paola Perego.

Bhè credo che il Senatore non si sia nemmeno accorto del suo totale smarrimento.

Con l'età non si scherza caro Senatore il 14 gennaio p.v. compirai 90 anni smettila di stare sempre al centro dell'attenzione! E non si affatichi poi a parlare e a rispondere alle domande della bella Paola Perego.

Perchè bloccarsi proprio alla domanda: "Senatore, quale futuro si augura per i nostri bambini?". Non sarà stato uno dei suoi tanti scherzi? Forse Lei caro Senatore è così saggio che ha preferito stare in silenzio? Se cosi fosse come darLe torto?

Scherzi a parte l'umorismo al Senatore non gli manca mai. Infatti, dopo essere stato "ripreso" dal medico ha scherzato: "Sono contento perché mi avete messo non tra due ladroni ma tra due bellissime ragazze". Senatore alla sua età ..... eri così stonato che eri convinto che l'intervista era appena iniziata, invece, ti hanno costretto al saluto.

Comunque auguri al sempre impeccabile Senatore anche di pronta guarigione!

Qualche giorno dopo il 14 gennaio sarà anche il mio di compleanno ma non il 90°.

Per quello ci sarà ancora tempo. Molto ma molto tempo ancora. Non ho alcuna fretta.

L'importante è arrivarci.

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Domenica, 02. Novembre 2008
Ad Otranto è ancora estate.
di lucianoesposito, 19:17

Temperature estive oggi ad Otranto che invitavano a tuffarsi in acqua.

Mentre al Nord indossano cappotti ed impermeabili

ad Otranto si va al mare a prendere il sole.

Che bello!

Cissà quanti ci invidieranno.

 



[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Lo scandalo delle false cremazioni.
di lucianoesposito, 16:28

Riporto integralmente l'articolo del Corriere della Sera che mi lascia senza parole.

Secondo me a questi personaggi dovrebbero dargli l'ergastolo e farli morire di fame.

Ceneri di defunti mischiate insieme e corpi spariti. Una cinquantina le aziende controllate.

«Cessate d'uccidere i morti», invocava Giuseppe Ungaretti. Scriveva, il grande poeta, della carneficina della guerra. Ma mai come oggi quei versi sono apparsi attuali. Mai come oggi, infatti, la morte è stata stuprata. «È arrivato questa mattina il corpo di una bambina, che ne facciamo? Deve essere cremata», chiede in un'intercettazione il dipendente al titolare di un'azienda coinvolta in uno degli scandali più sconvolgenti. Risposta: «Mah... Niente cremazione, buttala via, nell'immondizia, tanto è poca roba».
Lo facevano sul serio, di buttare i corpi nel pattume. La cronaca di Nadia Francalacci su Panorama gela il sangue: «Quando le ruspe hanno iniziato a scavare, è spuntato un piede. Era di uno dei sei corpi saponificati abbandonati in un campo di 30 metri quadrati assieme ai resti di amputazioni ospedaliere, a feti abortiti per gravi malformazioni e a decine di sacchi di plastica neri che contenevano le ceneri di centinaia di persone cremate e mai riconsegnate ai familiari».

Non passa giorno, ormai, senza il trauma di una nuova inchiesta della magistratura o di una nuova ispezione dei carabinieri dei Noe, i Nuclei operativi ecologici. I quali, partendo da una indagine sul «riciclaggio» di maniglie di ottone, crocefissi, bare e perfino abiti dei defunti, hanno messo sotto esame una cinquantina di strutture che si occupano di cremazioni scoprendone di tutti i colori. È successo a Roma, dove i giudici indagano da tempo su diverse salme dimenticate nelle loro casse in un deposito anche per due anni mentre già i parenti portavano «mazzi di crisantemi al camposanto di Fiumicino, convinti che le ceneri dei familiari stessero definitivamente lì». È successo a Padova, dove qualche settimana fa sono state sequestrate le ceneri di tre persone buttate tutte insieme nello stesso contenitore dagli addetti alla cremazione di una ditta che si vantava d'avere ottenuto il riconoscimento di controllo di qualità «Iso 9000». È successo a Segrate, dove sono state trovate otto casse che contenevano ceneri mischiate di chissà quanti defunti e ottanta casse zincate con i resti ossei di centinaia di corpi ormai derubati della loro identità. È successo a Mirteto, Prato, Collecchio, Roccastrada, Vignola, Fornovo, Parma, Piacenza e, insomma, un po' in tutte le località in cui la «Euroservizi», una delle aziende più coinvolte, aveva vinto gli appalti per le cremazioni. Per non dire di Fidenza, dove la società aveva ammassato in 60 sacchi neri dell'immondizia una tale quantità di ceneri che, dice una stima, «potrebbero appartenere a circa 2 mila corpi cremati».

Tra i rifiuti, dicono le cronache, c'erano «un tronco umano saponificato e una bara bianca con un bambino al quale era stato tolto il nome». Tutti insieme. Tutti mischiati. Nell'indifferenza totale per l'impegno assunto (in cambio di soldi, tanti soldi) e per il dolore lancinante dei parenti, convinti che «quella» piccola urna con le ceneri loro consegnata contenesse davvero i resti del padre, della madre, del fratello, del figlio... Nella «A livella», la straordinaria poesia di Totò dedicata alla giornata che si celebra oggi («Ogn'anno, il due novembre, c'è l'usanza / per i defunti andare al Cimitero... »), il «nobile marchese signore di Rovigo e di Belluno » lo sputa in faccia al vicino di tomba, il netturbino Esposito Gennaro: «la Vostra salma andava, sì, inumata / ma seppellita nella spazzatura! ». Il senso di quelle rime struggenti, la morte che come una livella mette tutti sullo stesso piano, dal nobile marchese fino a Gennaro «'o muorto puveriello», era però un altro. A mischiare le ceneri, nella sua misericordia, è Dio. Che però distingue una dall'altra ogni singola sua creatura. O se volete, laicamente, a mischiare tutto è la natura. Non l'ingordo padrone di un'impresa funebre che vuole risparmiare sull'accensione del forno, sulle bare, sui vestiti messi addosso ai morti da mogli, sorelle, figlie in lacrime.

Eppure, per millenni, il rispetto per i morti è stato uno dei cardini della cultura umana. In Occidente come in Oriente.

[Commento (i) (138) | Crea un commento | Permalink]


Le statistiche di Vivistats del blog.
di lucianoesposito, 15:06

 

Come di consueto pubblico le statistiche di questo blog del mese di ottobre u.s..

Evidente l'aumento di accessi nel sito dagli U.S.A..

  Nazione Unici: 650 Pagine viste: 1.902
ITALY  ITALY 533 81,87% 1.695 89,07%
UNITED STATES  UNITED STATES 57 8,76% 119 6,25%
(unknown)  Sconosciuto 44 6,76% 62 3,26%
FRANCE  FRANCE 5 0,77% 14 0,74%
GERMANY  GERMANY 3 0,46% 3 0,16%
SPAIN  SPAIN 2 0,31% 2 0,11%
HUNGARY  HUNGARY 1 0,15% 2 0,11%
SWITZERLAND  SWITZERLAND 1 0,15% 1 0,05%
MALTA  MALTA 1 0,15% 1 0,05%
UNITED KINGDOM  UNITED KINGDOM 1 0,15% 1 0,05%
CANADA  CANADA 1 0,15% 1 0,05%
ROMANIA  ROMANIA 1 0,15% 1 0,05%
INDIA  INDIA 1 0,15% 1 0,05%

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Venerdì, 31. Ottobre 2008
Addio Al Italia.
di lucianoesposito, 19:52

Me l'aspettavo (http://otranto.beeplog.it/140339_439695.htm).

Il solo invio di un ricorso da parte di una compagnia area alla Commisione dell'U.E. ha dato i suoi frutti.

Nessuno lo dice ma la C.A.I. nel giorno della scadenza dei termini per la definitiva offerta avrebbe cambiato le carte in tavola ben sapendo a cosa andava incontro.

Le sigle autonome dei Piloti e degli assistenti di volo non avrebbero firmato l'accordo per le subentrate "gravi esclusioni sociali che sono state avanzate dall'azienda nel documento, come quella delle donne in maternità e di coloro che assistono persone disabili".

Questa era la C.A.I. che voleva salvare la compagnia aerea italiana. Ed ora chi paga per tutto questo tempo perso? I soliti fessi: i cittadini.

L'Alitalia salvo miracoli degli ultimi minuti è definitivamente fallita.

La C.A.I. vorrebbe scaricare le colpe su Piloti e Assistenti ma la verità secondo il mio umile pensiero è stato l'intervento formale dell'U.E. per il mancato rispetto della libera concorrenza. Ovvero il rischio di dover restituire anche gli ulteriori "prestiti" che il Governo Berlusconi ha concesso ad Alitalia.

Solo in questo caso saremmo, forse, salvi da eventuali multe da parte della Commissione Europea. Infatti a pagare saremmo sempre noi cittadini.

C'era da aspettarserselo tutto questo o no ? Presidente e Consiglio dei Ministri ci siete ?

Quanto ha influito sull'ormai fallimento sicuro di Alitalia l'intervento dell'amministratore delegato di Ryanair la compagnia aerea low cost  Irlandese ?

Oppure questo è il risultato dell'intromissione della politica negli affari ?

Ed ora ancora una volta nessuno pagherà per i propri errori. Anzi si. I soliti lavoratori.

Io dico la mia.

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Il fallimento della "Politica".
di lucianoesposito, 10:46

Osservo quasi in silenzio da un pò di giorni quanto sta accadendo in Italia circa la "riforma" (o taglio dei fondi?) Gelmini.

Quello che si vede nelle piazze italiane ma sopratutto in Tv non merita altri commenti se non un richiamo ai parlamentari tutti di destra e di sinistra.

Questa Politica ha fallito. Questa è la realtà.

Il Governo poi che si vanta ogni giorno di avere i numeri e i sondaggi fatti ad hoc a suo favore non si è reso neanche conto che il decreto Gelmini in Senato è passato con 162 voti favorevoli 134 contrari e 3 astenuti quindi altro che larga maggioranza.

Se il Governo deve "tagliare" credo che dovrebbe farsi un esame di coscienza e incominciare a "tagliare" ove è più facile e più sbrigativo e quindi incominciando dalla "politica".

Quando per esempio si metterà mano alla riduzione dei parlamentari? A fine legislatura?

Il Governo parta dalle questioni meno dolorose per i cittadini ovvero dalla riduzione dei parlamentari, delle camere e dei privilegi.

I cittadini quelli più grandi non possono più e di questo passo se anche i nostri ragazzi alzeranno il gomito non si tarderà ad arrivare alla guerra civile.

Governo sveglia!

Io dico la mia.

[Commento (i) (2) | Crea un commento | Permalink]


Questo Governo non sa come creare fumo negli occhi.
di lucianoesposito, 09:46

NeonatoIl Secolo XIX 

Chi è nato/a in questi giorni?

Simpatica, invece, questa iniziativa degli Ospedali Galliera di Genova.

Questo Governo non sa come creare fumo negli occhi.

Ora allo studio di questo Governo vi è l'ipotesi di un "prestito" da 5.000,00 euro per i nuovi nati. Questa ipotesi sarebbe contro la crisi. De che? dei figli? o economica delle famiglie?

L'idea sarebbe stata "partorita" dal sottosegretario alla famiglia, Carlo Giovanardi, poi resa nota dal già candidato alla Presidenza della Repubblica già Capo del governo, Silvio berlusconi, durante un incontro con le imprese e le banche a Palazzo Chigi.

Il "prestito" di 5.000,00 euro secondo chi l'ha "partorito" dovrebbe essere rimborsato con un interesse del 4%.

Ora, presumo che per avere accesso a questa forma di finanziamento anti crisi bisognerà documentare la nascita di un figlio. A proposito questo varrà anche per gli extra comunitari?

Quindi, mi chiedo, se questo Governo ha immaginato quale cittadino di questi tempi mette al mondo un figlio.

Io penso che a parte le eccezioni di quelle giovani coppie che concepiscono un figlio per errore o distrazione chi mette un figlio al mondo oggi non può che essere uno che ha già la vita agiata.

E se così fosse allora a cosa serve questa buffonata?

E poi questo Governo ha mai anche solo immaginato che le famiglie medie sono già tutte indebitate?

Questo Governo è a conoscenza che tutte le famiglie hanno già dei prestiti o dei mutui da pagare?

Il Capo del Governo pensi piuttosto alle cose più urgenti e meno dolorose per i cittadini ovvero di ridurre le spese per la politica e sopratutto di ridurre i parlamentari!

Questa si che è una riforma urgente!

Io dico la mia.

[Commento (i) (0) | Crea un commento | Permalink]


Giovedì, 30. Ottobre 2008
Il maxi risarcimento dei danni ai familiari di un giovane rimasto carbonizzato nella propria autovettura.
di lucianoesposito, 13:32

 

Un esempio di come l'uso facoltativo delle cinture di sicurezza potrebbe salvare una vita 

Un giudice monocrativo coraggioso del Tribunale civile di Caltanissetta, la D.ssa Alessandra Vella, sembra aver condannato la casa automobilistica Renault ad un maxi risarcimento, pare quasi un milione di euro, ai familiari di un giovane bancario Canicattese morto addirittura undici anni fa a causa di un incidente stradale che secondo gli avvocati e quindi dello stesso giudice sarebbe stato causato "da un vizio di progettazione e produzione" del veicolo.

In sintesi, Luigi Li Calzi, un 27enne di Canicattì, morì carbonizzato in "pochi secondi" all'interno della sua Renault Laguna, acquistata un anno prima e ancora in garanzia, a causa di una improvvisa fiammata che non ha lasciato scampo alla vittima.

Il veicolo poi privo di controllo sembra finì contro un autocarro che proveniva dal senso di marcia opposto.

In questa vicenda il processo penale per omicidio colposo si concluse con un'archiviazione perchè non si è potuto accertare chi aveva materialmente assemblato il pezzo difettoso della vettura.

Mentre in sede civile, le cose sono andate diversamente poichè il giudice, accogliendo le tesi degli avvocati, che rappresentavano i familiari della vittima, ha ritenuto che l'incendio è stato provocato dal cattivo funzionamento del sistema di alimentazione, causa principale dell'esplosione del collettore di aspirazione dell'aria.

Secondo il magistrato "la prova del difetto coincide con l'insicurezza del prodotto. Quindi è difettosa quell'autovettura, perchè del tutto priva del requisito della sicurezza".

E fin qui tutto ok.

Ora io mi chiedo in questa vicenda, come in tanti altri casi e non solo di incendi, quanto hanno influito sulla morte di questo giovane l'uso delle cinture di sicurezza?

Perchè non si parla mai del numero di persone che sono morte carbonizzate, annegate o rimaste incastrate per ore e ore nelle lamiere a causa delle cinture di sicurezza?

Io condivido le conclusioni di questo giudice ma sono convinto che anche lo Stato in determinate circostanze dovrebbe essere condannato al risarcimento dei danni in quanto obbliga (e non dà alcuna facoltà) ai conducenti di fare uso delle cinture di sicurezza con tutte le conseguenze del caso.

Io infatti ritengo che non si possono salvare le vite umane costringendo tutti all'uso delle cinture di sicurezza in ogni situazione se poi si sottovaluta l'ignoranza e l'inettitudine alla guida di una autovettura.

Io dico la mia.

[Commento (i) (1) | Crea un commento | Permalink]


Mercoledì, 29. Ottobre 2008
Se insisti e resisti raggiungi e conquisti.
di lucianoesposito, 19:28

Benvenuto nel sito Enel

  

Il 18 gennaio u.s. stanco di subire passivamente la condotta di Poste Italiane avevo segnalato e documentato anche a LeccePrima.it che a Otranto in quel periodo la corrispondenza o non veniva recapitata o veniva consegnata a persone diverse. Oppure la corrispondenza veniva persino abbandonata come si evince dalle foto dell'epoca (anche se in alcuni casi per mancanza delle apposite cassette postali) con tutte le conseguenze del caso.

In realtà anche nel periodo precedente la corrispondenza veniva consegnata a singhiozzo.

Ma la problematica più seria riguardava le "bollette" che arrivavano a scadenza già avvenuta oppure non arrivavano per nulla a destinazione.

Tanto che l'Enel, per esempio, per quanto mi riguarda, provvedeva ad inviare solleciti (con tanto di addebito delle spese) e ad addebitare nelle bollette successive persino le spese di messa in mora e ritardato pagamento.

Tale situazione non fu mai sottovalutata da chi scrive tanto che per quanto riguarda le bollette Enel anzichè intervenire nei confronti di Poste Italiane chiedeva proprio ad Enel S.p.a. di restituire tutte le somme addebitate in maniera ritenuta illegittima.

Infatti, chi scrive, per quanto riguarda la ricezione delle "bollette" non aveva alcun rapporto con Poste Italiane ma solo ed esclusivamente con Enel S.p.a. la quale prima di inviare solleciti di pagamento e addebitare spese in bolletta per il ritardato pagamento avrebbe dovuto assicurarsi della ricezione o meno delle fatture da parte dell'utente.

Cosa che non poteva verificarsi con la spedizione della fattura con posta ordinaria. Da qui il richiesto diritto al totale rimborso di quanto illegittimamente addebitato con adeguata informazione all'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas.

Ma vi è di più, l'Enel, oltre ad addebitare somme maggiori per spese di solleciti e interessi per il ritardato pagamento nello stesso momento non consentiva agli utenti che la richiedevano di ricevere la c.d. bolletta on line.

Infatti, chi tentava dal sito www.enel.it di chiedere l'invio della fattura on line veniva ostacolato nel caso di mancata domiciliazione della bolletta in banca.

Al termine dell'istruttoria che ha visto interessata anche l'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas finalmente l'Enel mi ha ascoltato e ha riconosciuto le proprie responsabilità disponendo il rimborso delle maggiori spese illegittimamente addebitate.

Inoltre ora Enel S.p.a. consente a tutti di avere accesso alla propria bolletta attraverso il sito www.prontoenel.it previa registrazione e senza l'obbligo della domiciliazione bancaria.

Nella missiva però la S.p.a. in merito al richiesto indennizzo per il notevole ritardo registrato per la risposta al eclamo ed ai solleciti ha precisato che per l'inadempienza l'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas non ha previsto la corresponsione di un indennizzo trascurando che lo stesso è invece automatico.

Per tali motivi è stato sollecitato con apposita missiva il pagamento dell'indennizzo previsto.

Quanto segue per far comprendere a chi legge l'illegittimità della condotta del colosso qual'è Enel S.p.a affinchè ogni cittadino in futuro si comporti di conseguenza e non subisca passivamente le condotte di queste aziende.

In attesa di ricevere anche l'indennizzo io dico la mia.
 

[Commento (i) (2) | Crea un commento | Permalink]


Prossima pagina »

Blog GRATIS di Beeplog.it

I contenuti dei weblogs provengono da autori privati. Beepworld non ha responsabilità alcuna!

Box HTML

Otranto su You Tube

Io dico no al nucleare nel Salento. Abbiamo già la centrale elettrica di Cerano.

Links amici

Ultimora

Vota il "nostro sondaggio"

La voce della Giurisprudenza
News
Powered by: www.studiocataldi.it 

Links interessanti

Free Tibet
FREE TIBET

Box HTML